Il libro della settimana – Se fosse tuo figlio

La storia autobiografica di un ragazzo giovanissimo che ha scelto di dedicarsi agli altri, ai bambini e ai ragazzi che altrimenti non avrebbero un futuro.
Da leggere, da sostenere, da regalare, da ammirare.
Grazie Nicolò, a te e a tutti i tuoi collaboratori, state alimentando una pagina di vita che lascerà il segno negli anni a venire.
Seguiamo Nicolò Govoni sui social e sosteniamo Still I Rise per dare un futuro a chi non ce l’ha e renderci tutti più umani.

Se fosse tuo figlioNicolò Govoni

SE FOSSE TUO FIGLIO - NICOLO' GOVONI

Seguici su facebook e instagram

Disponibile anche in e-book

Il libro della settimana – Furore – John Steinbeck

The Grapes of Wrath, considerato il capolavoro di John Steinbeck, premio Nobel per la letteratura nel 1962, romanzo simbolo della grande depressione americana del 1929, pubblicato nella versione integrale. Libro crudo, attuale, seppur scritto 80 anni fa, affronta tematiche come lo sfruttamento e le ingiustizie sociali ma racconta anche l’unità, la forza e l’importanza della famiglia.

Un finale che toglie il fiato, un pugno nello stomaco, ma che ci fa riflettere, sull’egoismo, sulla solidarietà, sul ciclo degli eventi, sulla storia che, purtroppo, ritorna.

Da leggere

FuroreJohn Steinbeck

Seguici su facebook e instagram

Disponibile anche in e-book

Il libro della settimana – Un cappello pieno di ciliege

E’ una delle mie scrittrici preferite, anche se definirla solo scrittrice è riduttivo!

Oriana Fallaci, una grande donna che con la sua penna e il suo coraggio ha urlato al mondo le ingiustizie della guerra, delle dittature, dello sfruttamento. Ha intervistato i potenti della terra e non si è piegata di fronte a nessuno di loro, forte della sua determinazione e del suo temperamento combattivo. Ci ha raccontato le sue esperienze sul campo, la sua grande storia d’amore, i suoi conflitti interni.

Questo libro, pubblicato postumo, è un vero capolavoro: l’epopea della sua famiglia a partire dal 1773

«Ora che il futuro s’era fatto corto e mi sfuggiva di mano con l’inesorabilità della sabbia che cola dentro una clessidra, mi capitava spesso di pensare al passato della mia esistenza: cercare lì le risposte con le quali sarebbe giusto morire. Perché fossi nata, perché fossi vissuta, e chi o che cosa avesse plasmato il mosaico di persone che da un lontano giorno d’estate costituiva il mio Io»

Lo voglio suggerire come lettura perchè lo ritengo un grande capolavoro.
In ricordo di una Grande donna nell’anniversario della sua morte.

Oriana FallaciUn cappello pieno di ciliege (Firenze 29 giugno 1929 – Firenze 15 settembre 2006)

Il libro della settimana

Bibliografia

Da leggere, su carta o in digitale

Seguici su facebook e instagram

Il libro della settimana – Il Pittore di anime – Ildefonso Falcones

Se amate Barcellona questo libro vi svela com’era la vita in Catalogna agli inizi del 1900.
Il libro racconta la storia del pittore e ceramista Dalmau Sala, figlio di un anarchico giustiziato dalle autorità, che vive intrappolato tra due mondi: da un lato quello della sua famiglia e di Emma Tàsies, la donna che ama nonostante tutte le avversità e quello del lavoro nella fabbrica di ceramiche di don Manuel Bello, il suo mentore, ricco borghese dalla incrollabile fede cattolica.

Una storia di operai che giorno dopo giorno lottano per il lavoro e per vedere riconosciuta la loro dignità e i loro diritti, in una Barcellona cattolica, piena di controsensi e falsità.

Un richiamo ai grandi pittori del tempo, Gaudì, Puig i Cadafalch, Domènech i Montaner e alle loro opere che oggi rendono Barcellona una delle città più visitate.

Gaudì e Puig i Cadafalch collaboravano alle finiture interne di uno dei caffè più importanti di Barcellona, Il Torino, che si trovava sul paseo de Gràcia, inaugurato nel settembre di quello stesso 1902.’

Un romanzo da leggere.

Il pittore di animeIldefonso Falcones

Il libro della settimana

Seguici su facebook e instagram

Disponibile anche in e-book

Il libro della settimana – Shantaram

Un libro avventuroso, ci racconta la storia di Lin, non è il suo vero nome, lui è ricercato, è fuggito da un carcere di massima sicurezza in Australia e si è trovato per una serie di ragioni a Mumbai dove si è fatto degli amici, veri amici, ma anche dei nemici, veri nemici che gli danno la caccia, lo tradiscono, lo mandano nuovamente in galera. Viene a contatto con la mafia, viene tradito ma non sa da chi, non subito almeno, combatte, aiuta, ama, sogna, ha paura, è pur sempre un fuggitivo.E’ anarchico, convinto che si può vivere senza regole, ma si dà agli altri, li aiuta, va a vivere nello slum per stare con loro ma poi si lega ai potenti, abbraccia la vita costosa e dannata, si droga, si annulla ma poi si rialza. Shantaram è il soprannome che gli ha dato il suo più caro amico Prabaker che nella lingua marathi significa ”uomo di pace”

Filo conduttore è l’amore per una donna ma anche lei fugge dal suo passato. Loro si cercano ma si respingono, non possono cedere, non possono scoprirsi, il mistero rende tutto difficile da capire, fino all’ultima pagina.
E’ quel libro che inizi a leggere e da cui non riesci a staccarti, è scritto con così tanti dettagli che ti sembra di esserci, nello slum o nei magnifici palazzi o a bordo di macchine costose. Ti sembra di conoscere i personaggi e di vivere le loro passioni, le loro paure, il tradimento.

ShantaramGregory David Roberts

SHANTARAM - Gregory David Roberts

Da leggere, su carta o in digitale

Seguici su facebook e instagram