Turista nella mia città – Il Palazzo della Ragione – Padova

Una tappa da aggiungere all’itinerario se vieni a visitare Padova.

Il Palazzo della Ragione

Il palazzo della Ragione fu sede dei tribunali cittadini e del mercato coperto di Padova

Palazzo della ragione - Colonna del Peronio
Palazzo della ragione – Colonna del Peronio

Costruito a partire dal 1218 e sopraelevato nel 1306 da Giovanni degli Eremitani 
ha il tetto in legno a forma di nave rovesciata.

Palazzo della ragione Padova
Palazzo della ragione Padova

Il piano superiore è una grande sala affrescata mentre il piano a livello stradale ospita il
‘Mercato sotto il Salone‘ punto di riferimento dei padovani
per le spese quotidiane di generi alimentari e non solo.

Palazzo della ragione Padova
Palazzo della ragione Padova
Palazzo della Ragione

Gli affreschi che ricoprono le 4 pareti sono a soggetto astrologico divisi in dodici sezioni.
Ogni sezione comprende le raffigurazioni di un apostolo, un allegoria del mese di riferimento, del segno zodiacale, del pianeta, delle occupazioni tipiche, dei mestieri.

Palazzo della Ragione – Padova

A fondo sala si trova il gigantesco cavallo ligneo, erroneamente attribuito a Donatello data la somiglianza con quello realizzato per il monumento al Gattamelata che si trova di fronte alla Basilica del Santo, sempre a Padova.

Lo definiamo gigantesco perché è alto quasi 6 metri con una circonferenza vicina ai 7 metri

Palazzo della ragione Padova - Cavallo ligneo
Palazzo della ragione Padova – Cavallo ligneo

Sul lato destro dell’ingresso c’è la Pietra del Vituperio da cui nasce il detto padovano
‘restare in braghe de tea’

Pietra del Vituperio – Palazzo della Ragione

Padova è nata come città commerciale e il non pagamento di quanto dovuto veniva punito con la galera.
Frate Antonio (poi Santo), nel 1231 abolì questa pratica in cambio della cessione da parte del debitore dei propri averi. Il debitore veniva fatto sedere sulla pieta con addosso solo le mutande e doveva pronunciare per tre volte la frase di rinuncia ai propri beni.
Da qui, ‘restare in braghe de tea’ usato ancora oggi dagli abitanti della città del Santo.

Palazzo della ragione Padova
Palazzo della ragione Padova
Palazzo della Ragione

Ti consiglio sempre la visita guidata per scoprire notizie e aneddoti curiosi, consigliatissima la nostra guida Silvia che ci racconta la storia e gli eventi del tempo con passione.

Una visita da non perdere.

Altri itinerari se visiti Padova: Il Battistero del Duomo, le donne di Padova,
a spasso per la città, la street art in città

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Per altri Spunti e idee per i tuoi viaggi e i tuoi week end cerca dove vado in vacanza nel box o clicca qui

viaggi organizzati e in collaborazione con Programma di Viaggio

Dove vado in vacanza – Lidi ferraresi – Programma di viaggio

Ormai la bella stagione è alle porte, tanto vale concentrarsi sulle vacanze.
Dove vado in vacanza, i Lidi ferraresi

L’agenzia Programma di Viaggio di Padova propone soluzioni per la famiglia, le coppie, gli amici (anche quelli a quattro zampe) ai Lidi ferraresi

Soluzioni in appartamento con servizio spiaggia (lettino e ombrellone x2), aperitivo di benvenuto, menù piadina per due persone, biciclette e molto ancora.

Per info e prenotazioni sabina@programmadiviaggio.it

Per i mesi di maggio e giugno ecco le proposte

Lidi Ferraresi - Lido degli Estensi
Lidi Ferraresi – Lido degli Estensi
Lidi Ferraresi - Lido degli Estensi
Lidi Ferraresi – Lido degli Estensi
Programma di viaggio - Sosteniamo le piccole attività
Programma di viaggio – Sosteniamo le piccole attività

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Spunti e Idee
Spunti e Idee

Turista nella mia città – Il Battistero di Padova

Il Battistero di Padova è una delle mete più visitate dai turisti.

Il Battistero di Padova

Dedicato a San Giovanni Battista si trova a fianco del Duomo, nell’omonima piazza.

Piazza Duomo a Padova
Piazza Duomo a Padova

Negli anni 1375-1376 fu restaurato per diventare la tomba di
famiglia dei Da Carrara, allora principi della città.
La moglie di Francesco il Vecchio da Carrara, Fina Buzzaccarini, si incaricò personalmente di curarne la decorazione e affidò il lavoro a Giusto de’ Menabuoi, fiorentino, a cui sono attribuiti gli affreschi della chiesa degli Eremitani di Padova.

Gli affreschi del Battistero sono considerati il capolavoro di Giusto de’ Menabuoi.

Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova

Ti consiglio di visitarlo con una guida perché tutte le immagini affrescate hanno una loro storia e un filo conduttore.

Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova

La costruzione originale prevedeva solo la prima cupola,
Fina Buzzaccarini, per renderlo il degno mausoleo di una famiglia importante fece costruire la seconda cupola, il cui rosone, appena entri, ti lascia senza fiato.

Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova

All’interno del Battistero si celebrano a tutt’oggi i matrimoni religiosi

Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova
Il Battistero di Padova La cupola piccola

Una visita da non perdere.

Ringrazio i miei compagni di viaggio e la nostra guida Silvia che ci racconta
la storia e gli eventi del tempo con passione
aggiungendo aneddoti e curiosità legati alla città.

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Per altri Spunti e idee per i tuoi viaggi e i tuoi week end cerca dove vado in vacanza nel box o clicca qui

Dove vado in vacanza – Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia è uno degli eventi più famosi al mondo.

Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia Maschere in città

E’ anche molto antico perché le prime botteghe artigiane per la produzione di maschere risalgono al 1271.

Carnevale di Venezia

Oggi il Carnevale è una festa che richiama turisti da tutto il mondo,
è l’occasione per vestirsi e truccarsi, ballare e fare festa
e per i bambini forse l’evento più atteso dopo il Natale.

Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia

La città è letteralmente invasa dalle maschere, vestiti a tema, grandi e piccoli.

Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia Super Mario e Luigi

Se venite al Carnevale assaggiate le famose frittelle venexiane, ripiene alla crema o allo zabaione, una gioia per il palato.

Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia Le frittelle venexiane

Esperienza da provare anche il giro in gondola.

Il nostro amico gondoliere Alessandro (Cucciolo) voga con voi attraverso i canali e vi racconta tantissimi aneddoti legati alla città.
Lo sapete quanti sono i gondolieri a Venezia?
433 effettivi e circa 200 sostitutivi
Incredibile vero?
Durante la bella stagione li vedete a bordo delle loro
gondole colorate e addobbate
su e giù per i canali.

Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia
Carnevale di Venezia Un giro in gondola

Cosa aspetti?

Programma la tua vacanza a Venezia,
contattaci per informazioni e approfondimenti,
il nostro partner Programma di viaggio è
a tua disposizione per organizzare al meglio il tuo soggiorno.

Venezia
Venezia

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Se vuoi altri Spunti e Idee per la tua vacanza cerca dove vado in vacanza nel box

Se vuoi leggere i nostri precedenti articoli su Venezia clicca qui
o cerca Venezia nel box.

Spunti e Idee
Spunti e Idee

Turista nella mia città – Le donne di Padova

Quanto conosci la tua città?
Hai mai fatto il turista nella tua città?

Piazza Cavour Padova
Piazza Cavour Padova

Visto che non possiamo spostarci in altre regioni,
quale miglior occasione di approfittare delle
guide turistiche in città per
scoprire e conoscere i luoghi che frequentiamo quotidianamente
senza sospettare o conoscere davvero
chi ha vissuto, studiato, dipinto, scritto o suonato in un palazzo o in un locale?

Con il solito gruppo di amici, le spiegazioni e gli aneddoti
raccontati da Silvia, guida turistica,
siamo andati alla scoperta delle ”donne di Padova”:
scrittrici, poetesse, filosofe, filantrope, pittrici, politiche.

Padova
Padova

Quante sono le statue che circondano Prato della Valle?

E quante di queste sono dedicate ad una donna?
Fra tutte queste statue (sono 78)
nessuna raffigura una donna
ma c’è un busto che rappresenta
Gaspara Stampa, poetessa del ‘500

Prato della Valle Padova
Prato della Valle Padova

L’università patavina, organizzata nel 1222, con sede a palazzo BO, ha conferito la laurea in filosofia alla prima donna al mondo, Elena Lucrezia Cornaro Piscopia.
La statua a lei dedicata si trova nel giardino interno del palazzo.

Il caffè Pedrocchi, nel quale
Eleonora Duse incontrava Gabriele D’Annunzio
durante il periodo della loro relazione.

Caffè Pedrocchi Padova
Caffè Pedrocchi Padova

In Piazza dei Signori, al primo piano, una targa ricorda Lina Merlin, prima donna eletta al Senato della Repubblica, titolare della legge che porta il suo nome con cui venne abolita la prostituzione legalizzata in Italia.

Piazza dei Signori Padova
Piazza dei Signori Padova

Queste e tante altre curiosità da scoprire nei nostri
tour in giro per la città.
Turista nella mia città

Se vuoi unirti a noi nel prossimo tour, scrivici qui

Se vuoi approfondire sulle donne di Padova ti suggerisco un libro edito dall’Università di Padova, Raccontami di Lei

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram

Spunti e Idee
Spunti e Idee

Per ricevere in tempo reale i nuovi articoli iscriviti al sito (casella in basso a destra, basta l’indirizzo email), metti ‘mi piace‘ alla pagina facebook o seguici sulla pagina Instagram