Un artista chiamato Banksy – Ferrara 30 maggio – 27 settembre 2020 Palazzo dei Diamanti

Un’altra mostra da non perdere!

BANSKY

Il famosissimo quanto misterioso writer anglosassone è considerato uno dei maggiori esponenti della Street Art.
Banksy, originario di Bristol, rappresenta il più grande artista globale, vivente, del nuovo millennio, dai tempi di Andy Warhol.
Bansky fa parlare di sè attraverso le sue opere e gli aneddoti con i quali esprime la sua protesta verso i grandi temi sociali che affliggono il mondo.

Famosissime le incursioni nei musei di tutto il mondo nei quali appende le sue opere, e le telecamere di sorveglianza che riprendono la velocità con cui realizza i murales. (guarda qui il video)

Quando realizza il murale qui a destra, si trova a Venezia, e in questo curioso video, apparso sul suo profilo Instagram, Bansky è in piazza San Marco durante la Biennale d’arte (alla quale sostiene di non essere mai stato invitato) ad esporre dei quadri in segno di protesta contro le grandi navi che attraversano il bacino di San Marco. Curioso quando i vigili lo fermano chiedendogli la licenza…

Ma l’evento secondo me più sorprendente di tutti, è quando, ad un’asta da Sotheby’s, fa sì che l’opera, appena battuta per un valore vicino al milione di sterline si autodistrugga. Guardate qui il video

Palazzo dei Diamanti, a Ferrara, ospita fino al 27 settembre 2020 oltre 100 opere e oggetti originali, tutte proveniente da collezioni private: dipinti, serigrafie e stencil, oggetti installativi e memorabilia che ci fanno conoscere la bravura, il pensiero e le idee dell’artista britannico.

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com alla mostra di Ferrara.

Al termine della mostra dedicate del tempo per visitare Ferrara, il Castello Estense, la Cattedrale, la Via delle Volte, una strada acciottolata di 2 km che attraversa Ferrara, regno degli amanti della fotografia, ma anche piazza delle Erbe e piazza del Municipio.

Se poi volete farvi un regalo, ricordatevi che siamo in piena Emilia, al confine con il Veneto, e la cucina ferrarese è la somma eccelsa delle cucine di queste due terre. Abbondano le paste fresche, cappellacci con zucca, e altre specialità, ma se volete un primo tipicamente ferrarese, chiedete un pasticcio di maccheroncini, conditi con ragù, funghi o tartufo.
I secondi non sono da meno: la salama da sugo, o l’anguilla ammarinata non mancano mai dai menu locali, rigorosamente annaffiati dal classico Lambrusco emiliano.

Se vi è piaciuto questo articolo, lasciate un like e condividetelo con i vostri amici.

Seguite il nostro blog, mettete mi piace alla pagina facebook o al profilo Instagram e lasciate i vostri commenti.

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere tutti gli articoli appena pubblicati, basta la mail, cliccate il pulsante in basso a destra ”Iscriviti”. Parliamo un pò di tutto, viaggi, libri, cinema, tempo libero, eventi

Trovate informazioni su viaggi, gite, tempo libero: Venezia, Matera, Firenze, Milano, Cortina, Padova (new) Parigi, Berlino, Santorini, l’Andalusia (Malaga, Valencia, Nerja), il Lago di Garda, la fattoria didattica, un giro alla Dakar e tanti altre destinazioni e idee tutte super-organizzate da Programma di Viaggio.

VAN GOGH a PADOVA – 10 ottobre 2020 – 11 aprile 2021

E’ ufficiale! La mostra Van Gogh. I colori della vita, in programma dal 10 ottobre 2020 all’11 aprile 2021 a Padova, Centro San Gaetano si farà.
Nel rispetto delle distanze di sicurezza e con l’uso dei dispositivi anti-Covid potremo beneficiare di un’altro splendido viaggio tra le opere del pittore più amato e seguito di tutti i tempi.

Ideata e curata da Marco Goldin – Linee d’ombra è la più grande esposizione dedicata al genio olandese realizzata in Italia e ci permette di ammirare 125 opere di artisti del calibro di Seurat, Pissarro, Gauguin, Delacroix, Courbet, Millet, i giapponesi Hirishige e Kanisada.

Di queste 125 tele oltre 80 sono del pittore olandese, molte delle quali provenienti dal museo Kröller-Müller Museum di Otterlo, Paesi Bassi, ad un’ora circa, in auto, da Amsterdam.

Siesta

Saint-Rémy gennaio 1890

Musée d’Orsay Parigi

La Chiesa di Auvers

Auvers-sur-Oise giugno 1890

Musée d’Orsay Parigi

Van Gogh. I colori della vita è «un’esposizione che non si ferma a una visione esclusivamente monografica, ma presenta l’opera del grande artista olandese con tanti approfondimenti non così usuali da vedersi, e in questo modo colloca quell’opera meravigliosa entro non abituali confini – spiega Goldin – . Dai due anni nelle miniere del Borinage in Belgio al tempo nel Brabante olandese, fino agli anni francesi, che la mostra indaga in modo approfondito. Con alcune presenze certamente poco attese in un progetto rivolto anche al grande pubblico. Per sancire ancora una volta come sia possibile tenere insieme studio, approfondimento ed emozione».

Vi aspettiamo numerosi!
Se volete unirvi al nostro gruppo per la visita scrivete qui

Sarà, un’altra, esperienza indimenticabile.
Un grazie anticipato a Marco Goldin per le emozioni che ci regala ormai da parecchi anni con le varie iniziative legate a questo filone (se vi siete persi la lettura delle lettere cliccate qui)

Le foto di questo articolo sono state scattate dallo staff di Spuntieidee.com ai musei di Amsterdam, Parigi e Londra e non rappresentano necessariamente le opere esposte alla mostra.

Seguite il nostro blog, mettete mi piace alla pagina facebook o al profilo Instagram e lasciate i vostri commenti.

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere tutti gli articoli appena pubblicati, basta la mail, cliccate il pulsante in basso a destra ”Iscriviti”. Parliamo un pò di tutto, viaggi, libri, cinema, tempo libero, eventi

Trovate informazioni su viaggi, gite, tempo libero: Venezia, Matera, Firenze, Milano, Cortina, Padova (new) Parigi, Berlino, Santorini, l’Andalusia (Malaga, Valencia, Nerja), il Lago di Garda, la fattoria didattica, un giro alla Dakar e tanti altre destinazioni e idee tutte super-organizzate da Programma di Viaggio.

15 aprile 2019 Brucia Notre Dame

Esattamente un anno fa, il 15 aprile 2019, il mondo si è fermato per assistere incredulo ad uno degli eventi più tristi e clamorosi degli ultimi anni: l‘incendio della Cattedrale di Notre Dame.   

Un incendio sviluppatosi per cause accidentali ma che ha distrutto in poche ore uno dei monumenti più belli e significativi di Francia e del mondo intero.

Esattamente un mese prima, il 19 Marzo 2019, mi trovavo a Parigi ed ho visitato (per fortuna) la Cattedrale in tutto il suo splendore.

Condivido con voi alcune delle foto scattate durante la visita sperando di poterla ri-visitare quanto prima-

Seguite il nostro blog, mettete mi piace alla pagina facebook o al profilo Instagram e lasciate i vostri commenti. Iscrivetevi alla newsletter per ricevere tutti gli articoli appena pubblicati, basta la mail, cliccate il pulsante in basso a destra ”Iscriviti”
Parliamo un pò di tutto, viaggilibricinematempo libero…..

Trovate informazioni su Venezia, Matera, Firenze, Milano, Parigi, Berlino, Santorini, il Lago di Garda e tanti altri posti e idee per il vostro tempo libero.

Marina Abramovic – Palazzo Strozzi – 21 settembre 2018 – 20 gennaio 2019

Se ti sei perso l’evento lo scorso autunno, ecco qui un riassunto della mostra:

Una delle personalità più celebri e controverse dell’arte contemporanea ha offerto al pubblico alcune delle sue performance più significative attraverso un gruppo di performer, formati e preparati secondo il metodo Abramović, assolutamente all’altezza del ruolo.

Una delle opere più intense ed emozionanti è The Artist is Present – presentata al  MoMA di New York nel 2010, in cui per più di 700 ore nell’arco di 3 mesi, Marina Abramovic ha fissato muta e immobile 1675 persone che si sono avvicendate davanti a lei. Emozionante e cliccatissimo l’incontro inaspettato con Ulay, suo compagno nella vita per 12 anni.

Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=2TlZjFGriLw     MOMA NY 2010

A Palazzo Strozzi durante i 4 mesi di durata della mostra è stato possibile vivere in prima persona l’esperienza di ‘’The Artist is present‘’ guardarsi negli occhi senza parlare. tra persone che non si conoscono, per un tempo indefinito, ma anche sperimentare Imponderabilia, Counting the Rice Luminosity, o Transitory Objects…. forti emozioni inaspettate….

Imponderabilia (1977)

The house with the ocean view

Counting the Rice Luminosity

Art Must Be Beautiful/Artist Must Be Beautiful (1975) 
The Freeing Series (MemoryVoiceBody, 1975). 
Rhythm (1973-1975)

The Lovers(1988) 


Transitory Objects (1995-2015):

Per saperne di più guarda questi video:

https://www.youtube.com/watch?v=WXbI4XFDiz4  Marina Abramovic a Firenze, settembre 2018

https://www.youtube.com/watch?v=M4so_Z9a_u0     Vancouver 2015

Nell’atrio centrale di Palazzo Strozzi era esposto il furgone Citroën in cui Marina Abramovic e Ulay hanno vissuto per un periodo e che consideravano la loro casa.

Attendiamo di scoprire cosa ci riserva Marina Abamovic nel prossimo futuro…..rimanete in questo blog

Seguite il nostro blog, mettete mi piace alla pagina facebook o al profilo Instagram e lasciate i vostri commenti. Iscrivetevi alla newsletter per ricevere tutti gli articoli appena pubblicati, basta la mail, cliccate il pulsante in basso a destra ”Iscriviti”

Se volete leggere gli altri nostri articoli e scoprire destinazioni dove trascorrere un week end o una vacanza, cercate qui: MilanoVeneziaFirenze, ParigiBerlinoAlicanteMateraValencia, Nerja, Lago di GardaCaraibiSantorini, gite fuori porta, un giro alla Dakar 2020 e altre che arriveranno!

Marina Abramovic torna a Firenze

Marina Abramovic torna a Firenze!
Dopo il successo di ”The Cleaner” la grande retrospettiva dedicatele dalla Fondazione Palazzo Strozzi tra settembre 2018 e gennaio 2019 Marina Abramović è tra i protagonisti più attesi dell’83esima edizione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino, rassegna che dal 23 aprile al 23 luglio 2020 animerà il capoluogo toscano con un programma di concerti, opere liriche e anche performance. Il nuovo progetto della performer serba sarà dedicato a Maria Callas, dal titolo 7 deaths of Maria Callas,  lo spettacolo è ispirato alle 7 eroine della lirica che muoiono per amore, tutte interpretate da Maria Callas nel corso della sua carriera: Carmen, Tosca, Lucia, Butterfly, Norma, Desdemona e Violetta. Per vedere un’anteprima dell’evento clicca qui

Non perdetevi questo appuntamento, dal 4 al 6 Giugno 2020 a Firenze
Per tutte le informazioni e per acquistare i biglietti clicca qui

Leggete anche il nostro precedente articolo sull’artista.

Se volete altre idee per i vostri week end o per le vacanze seguiteci su facebook, o su instagram, mettete ”mi piace” alla pagina e fateci avere i vostri commenti: VeneziaMilanoFirenzeMatera, Malaga, Nerja, ParigiValenciaAlicanteBerlino, Il lago di Gardala campagna, le isole della Grecia, un giro alla Dakartanti altri.

Se volete ricevere gli articoli appena vengono pubblicati iscrivetevi alla newsletter (basta cliccare sul box in basso a destra ed inserire la vostra mail)

Seguite il nostro blog, mettete mi piace alla pagina facebook o al profilo Instagram e lasciate i vostri commenti. Iscrivetevi alla newsletter per ricevere tutti gli articoli appena pubblicati, basta la mail, cliccate il pulsante in basso a destra ”Iscriviti”

Se volete leggere gli altri nostri articoli e scoprire destinazioni dove trascorrere un week end o una vacanza, cercate qui: MilanoVeneziaFirenze, ParigiBerlinoAlicanteMateraValencia, Nerja, Lago di GardaCaraibiSantorini, gite fuori porta, un giro alla Dakar 2020 e altre che arriveranno!